Curriculum

FONDAZIONE ISTITUTO ANDREA DEVOTO ONLUS

Riconoscimento Regione Toscana: Decreto del Presidente n. 144 del 21 marzo 1995, e successiva iscrizione in data 23/12/2009 al n. 668 del Registro Regionale delle persone giuridiche private ai sensi del D.P.R. del 10/2/2000 n. 361.


FORMAZIONE E COLLABORAZIONE CON SCUOLE E UNIVERSITA’

Nell’ambito sociale e clinico ha attivato convenzioni per lo svolgimento di tirocini post laurea con le seguenti Università:

  • Università degli Studi di Firenze
  • Università degli Studi di Padova
  • Università degli Studi di Roma “La Sapienza”

Nell’ambito clinico sono attive convenzioni per lo svolgimento di tirocini di specializzazione con le seguenti scuole di specializzazione:

  • Centro studi di applicazione della Psicologia relazionale di Prato;
  • Istituto dell’approccio centrato sulla persona di Firenze;
  • Scuola di Psicoterapia Comparata di Firenze.

Nell’ambito della Formazione finanziata dal Fondo Sociale Europeo – Ob. 3, la Fondazione ha progettato ed erogato come soggetto attuatore Capofila Corsi sul territorio Toscano per Addetto all’Assistenza di Base alla Persona, Operatore Socio Culturale, Animatore di Comunità, altre figure socio sanitarie.


COLLABORAZIONI PER TESI UNIVERSITARIE

La Fondazione Andrea Devoto ha istruito borse di studio a livello nazionale per premi laurea intestati a aure Miriam Novicth e Ilda Verri sulle tematiche del totalitarismo, razzismo, genocidio, pregiudizio, sterminio, campi di concentramento. Tutte le università italiane sono state coinvolte nelle facoltà di Scienze Politiche, Psicologia, Storia e filosofia. Indette dalla Facoltà di Scienze Politiche Cesare Alfieri di Firenze.


RICONOSCIMENTI

La Fondazione Istituto Andrea Devoto ha il riconoscimento della personalità giuridica della Regione Toscana ottenuto con Decreto P.G.R. n. 144 del 21 marzo 1995 e successiva iscrizione in data 23/12/2009 al n. 668 del Registro Regionale delle persone giuridiche private ai sensi del D.P.R. del 10/2/2000 n. 361.
E’ inoltre iscritta all'Anagrafe Unica ONLUS dal 24 marzo 2004 al n. 15 di protocollo.

Alla Presidente Onorario Maria Giovanna le Divelec è stato conferito il Salomone d'Oro dalla Università di Firenze, il 20 ottobre 2005.


LE NUOVE AREE DI INTERESSE E TIPOLOGIA DI INTERVENTO

Con l’anno 2012, la Fondazione Andrea Devoto ha profondamente rinnovato le aree di interesse e le metodologie di intervento rispetto al passato. Di seguito si riportano i principali progetti attivati dal 2012 nelle nuove aree:

Promozione della salute

  • 2012- In corso - Progetto di supervisione e formazione degli operatori presso La Fenice e presso l’albergo popolare di Firenze
  • 2013-2015 - Progetto di valutazione partecipata per le strutture di salute mentale e dipendenze. Progetto finanziato dalla Regione Toscana in collaborazione con l’Università di Firenze (Dipartimento di scienze della formazione e psicologia) e la Cooperativa Labcom.
  • 2013-2014 - Sviluppo e applicazione di un modello per l’integrazione socio sanitaria. Progetto finanziato dalla Regione Toscana. Tematiche di applicazione: Anziani (prima annualità), Disabilità (seconda annualità), Marginalità (terza annualità). L’obiettivo del progetto è individuare itinerary di promozione delle risorse, di orientamento e di sviluppo personale e sociale dei cittadini e delle organizzazioni territoriali per la promozione e lo sviluppo della qualità della vita e del benessere della comunità di appartenenza. Il modello proposto, nell’ottica dell’empowerment di comunità, è un intervento di sensibilizzazione che, guidato, parte dalla cittadinanza rendendola attore protagonista del proprio cambiamento.

Cultura della memoria Viva

  • 2016 - Convegno “Il Futuro del Passato, Memoria, Legami Fragili e Nuova Cittadinanza”,Biblioteca delle Oblate, Firenze.
  • 2013 - Convegno di presentazione del libro Esistenze Recintate all’interno della settimana della memoria promossa dalla Regione Toscana
  • 2012-2014 - Progetto “Recupero, trascrizione digitale e indicizzazione dell’archivio di Andrea Devoto sulla deportazione Toscana nei campi di concentramento nazisti (1943-1945)”. Soggetto capofila: Istituto Storico della Resistenza e dell’età contemporanea di Pistoia. Partner: Casalini Libri
  • 2014 – (24 febbraio a Pistoia e 29 febbraio a Firenze) Convegno “La Memoria Viva – Convegno di presentazione dell’archivio Andrea Devoto”, con il patrocinio della Regione Toscana, in collaborazione con Università degli Studi di Firenze – Sistema Bibliotecario di Ateneo, Soprintendenza Archivistica per la Toscana, Istituto Storico per la resistenza e l’età contemporanea di Pistoia.

Nuovo welfare

  • 2016 - Convegno “Margini, Persone, Comunità”, Scuola di Formazione di Montedomini, Firenze.
  • 2016 - Progetto Europeo Erasmus Plus in collaborazione con SMES Europa.
  • 2015 - Convegno “Silenziose Rivoluzioni Culturali”, Università di Firenze.
  • 2012-In corso - Collaborazione con Cooperativa CAT, servizio di sportello per le famiglie press oil doposcuola Tutta mia la città del Quartiere 3.
  • 2013-In corso - Collaborazione con Cooperativa CAT, servizio di sportello per le famiglie presso il doposcuola Il Cerchio del Quartiere 2.

I PROGETTI PASSATI E LE METODOLOGIE DI INTERVENTO

Fino al 2012 la Fondazione Istituto Andrea Devoto ha basato gli interventi seguendo aree tematiche definite ed a sé stanti, quali: Nuove povertà, salute mentale, disabilità, benessere sul lavoro, contesti educativi, carcere, malattie croniche e rare.
I principali metodi di intervento hanno riguardato: Skill for Life, Auto aiuto, Community development, Empowerment.

Progetti realizzati e conclusi

  • 2011-2012 - Progetto di intervento sui caregiver “Prendersi cura di chi si prende cura”.
  • 2010-in corso - Progetto di formazione e supervisione agli operatori volontari del centro La Fenice e dell’Albergo Popolare di Firenze;
  • 2009-2010 - Progetto “Universicittà” - Progetto di abbinamento di giovani e anziani nella residenzialità, in collaborazione (Con Comune di Firenze Politiche Giovanili, Auser)
  • 2008-2013 - Progetto di inclusione in rete/collegamento con la repubb. di IASI, Romania.
  • 2008-2009 - Progetto Airbag – Progetto “Ricerca intervento: dalla valutazione dei rischi psicosociali alla promozione del benessere organizzativo – Airbag” sul territorio nazionale in collaborazione con Ambiente sc, Pegaso. Finanziato dal Ministero del lavoro e della Previdenza sociale;
  • 1994-2007 - Progetto “Il Guarlone”. Recupero delle tossicodipendenze e inclusione sociale sul territorio del Quartiere 3;
  • 2005-2006 - Progetto di ricerca intervento per la deistituzionalizzazione degli orfanotrofi sociali della contea di Iasi (Romania) Progetto Quadro Regione Toscana – Istituto degli Innocenti – “Sustinem copie”.
  • 2005-2006 - Progetto “Pellicano”- per famiglie affidatarie. Con SdS Fi.
  • 2001-2002 - Progetto Hippokrates “Juvenile Deviance and substance abuse”.
  • 2001-2002 - Corso di Qualifica per Assistente di base alla persona.

Progetti di cittadinanza attiva e di promozione di esperienze di auto aiuto

  • 2000-2010 - Corsi di Formazione sulle Life Skills Education” sul territorio nazionale.
  • 2005-2011 - Sensibilizzazione, formazione e consulenza per la promozione della metodica dell’auto aiuto su territorio provinciale di Ferrara, Provincia di Biella.
  • 2005-2007 - “Ricognizione delle realtà di auto aiuto, per il confronto ed il consolidamento dei network a livello nazionale ed europeo” (con Coordinamento Toscano A.A,Cesvot).
  • 2003-2005 - FSE Corso di Qualifica di II livello per Animatore di Comunità.
  • 2002-2003 - Corso di qualifica di secondo livello per Operatore Socio Culturale.
  • 2001-2003 - IFTS “Welfare locale, promozioni delle reti, gestione di strutture e reti di servizi”, per la formazione di responsabili di strutture e reti di servizio alla persona e alla comunità locale.
  • 1994-2006 - Corsi di sensibilizzazione sulla metodico dell’auto aiuto per l’impianto di gruppi e su temi specifici: disturbi dell’umore, identità sessuali, persone con problemi psichici, disabilità, lutto, malattie croniche e rare, dipendenze, V° Convegno nazionale delle Realtà di Auto Aiuto e Mostra Documentaria (24/02/2006-26/02/2006):
  • 2001 - Coordinamento del Centro Polivalente Il Porto- Quartiere 3.
  • 2000 - Progetto “TRE – TRE” (Percorso di sensibilizzazione territoriale e formazione del volontariato: seminari d’incontro tra gruppi di genitori strutturati in Auto Aiuto), con il Ser.T Firenze 3 dell’Asl 10 e il Consiglio di Q4 del Comune di Firenze; Il progetto si è inserito in un percorso di sensibilizzazione territoriale riguardo l’uso e la dipendenza da sostanze e si è rivolto a quei genitori che hanno visuto l’esperienza della tossicodipendenza dei loro figli e che si sono organizzati in gruppi di auto e mutuo – aiuto per meglio affrontare queste problematiche;
  • 1999-2006 - Consulenza al Coordinamento regionale dei gruppi di auto aiuto nei corsi di formazione promossi dal CESVOT.
  • 1999-2009 - Formazione e supervisione per conto del Comune di Bagno a Ripoli per l’impianto di gruppi di auto aiuto di famiglie affidatarie e per facilitatori di gruppo.
  • 1999 - Organizzazione del Convegno nazionale delle realtà di auto aiuto in collaborazione con il Coordinamento nazionale delle realtà di auto aiuto;
  • 1998-1999 - Indagine conoscitiva sulle associazioni e realtà di auto aiuto e di tutela della salute in Italia commissionata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
  • 1996 - Organizzazione della mostra documentaria delle realtà di auto aiuto;
  • 1996-2005 - Consulenza alla Fondazione Ruffini di Ivrea prima della Provincia di Torino poi (dal 1998) per l’attivazione e l’implementazione di esperienze di auto aiuto in Piemonte.

Settore Salute Mentale e Disabilità

  • 2005-2012 - Progetto di ricerca intervento sulla qualità della vita dei diversamente abili “Dopo di Noi” e impianto delle fondazioni di partecipazione (Con Regione Toscana e SdS Fi; Progetto “La realizzazione di una procedura di gestione dell’istituto dell’amministrazione di sostegno” sul territorio della SdS Sud-Est;
  • 2010 - Formazione e supervisione delle strutture di riabilitazione e di cura (Asl PT).
  • 2005-2013 - Progetti di ricerca sui Centri Diurni Psichiatrici (Con Asl PI, Coordinamento Nazionale dei Centri Diurni, Regione Toscana).
  • 2011-2013 - “Promozione del benessere per gli operatori della salute mentale” nei Centri diurni (con Asl PI, Regione Toscana).
  • 2000-2012 - Progetto “Dopo di Noi” - Si occupa di disabilità con obiettivo sostegno alle famiglie con disabili e l’istituzione di una Fondazione durante e dopo di noi per l’accoglienza dei disabili, nell’area delle Società della Salute Nord-Ovest e Sud-Est.
  • 2003-2005 - Attivazione Corso di Formazione all’Auto-Aiuto su disabilità e disagio, a Figline Valdarno.
  • 2002 - Organizzazione, con SIPS e Uni Fi, del V Congresso Nazionale: “Psicologia della salute: formazione e interventi” (Firenze, 18-20 ottobre);
  • 2000 - Organizzazione, con SIRP, del VI Congresso Nazionale: “Dalla riabilitazione alla promozione della salute mentale: pluralità delle esperienze e criteri di qualità”
  • 1996-1998 - Collaborazione con l’A.I.S.M.E. per attività di ricerca, documentazione e altre attività, tra cui l’organizzazione della Giornata Mondiale della Salute Mentale;
  • 1997 - Attività di formazione per la Provincia di Firenze:
    • corso sulla riabilitazione in psichiatria
    • relazione e disagio psichico per volontari che inizieranno e/o lavorano nei servizi di psichiatria
  • Progetti di ricerca a carattere sperimentale tra i quali:
    • Questionario europeo sulla valutazione dei servizi da parte degli utenti (1996)
    • Questionario europeo “udire le voci” (1996)
  • 1995-1997 - Collaborazione con l’Associazione Coordinamento Toscano dei Centri Diurni. Giornate di studio per gli operatori psichiatrici: “Centri Diurni Toscani a Confronto” (1995), “Il significato del fare” (1996), “La Valutazione dell’intervento nel Centro Diurno” (1997).
  • 1994-2013 - Organizzazione di convegni nazionali sul tema psichiatria (Con Coordinamento Centri diurni): “Relazione e disagio psichico: modalità di intervento e potenziamento delle risorse sociali” (1994), “Oltre La Torre Di Babele” (1999), “Teatro in Terapia?” (2003), “La Ri/abilitazione Psicosociale è la Cura” (2009).

Progetti di intervento sui giovani, nella scuola, nella famiglia

  • Dal 2014 - Progetto “La Salute della Famiglia:un Modello di Tutela”, in collaborazione con Dia.Te.So.
  • 2010-2013 - Progetto “Educazione e cura” – sostegno alla genitorialità e qualità relazionale tra genitori e insegnanti, in convenzione con il comune di Trieste; Gruppo di Lavoro “Progetto Adolescenza” del Comune di Trieste e gestione del Forum omonimo.
  • 2004-in corso - Servizi di sostegno e consulenza alla famiglia nel Comune di Firenze (Progetto “Tutta mia la città” Q3, “Il cerchio” Q2, “Famiglie adottive”.
  • 2011 - Progetto “IDI – Identità e differenze” – Progetto di educazione alla diversità per le scuole elementari sul territorio della SdS Nord-Ovest.
  • 2009-2010 - Progetto “Koinè, giovani costruttori di comunità”; Progetto “Gea - genitori e adolescenti”, progetto di formazione dei genitori e sportello di ascolto sul Q3.
  • 2006-2008 - Progetti “Affido familiare” e “insieme di fa tanto” destinati al sostegno alla genitorialità, in convenzione con il Comune di Trieste.
  • 2006-2008 - Progetto Irene - Progetto di educazione alla pace nelle scuole di Firenze;
  • 2000-2007 - Interventi nelle scuole di Firenze, Vicenza, Bassano del Grappa, Asiago per la diffusione del metodo LSE (Life Skills Education) con La Sapienza di Roma, le Aziende Sanitarie, i Consorzi dei Comuni e le Agenzie Regionali per l’istruzione;
  • 1996-1997 - Corso di formazione per genitori delle scuole Don Milani e Mazzanti (Firenze);
  • 1994-1996 - Progetto integrato di Area (PIA) per la prevenzione del drop-out scolastico promosso dal Comune di Massa.

Progetti sulle marginalità estreme e le nuove povertà

  • 1995-in corso - Collaborazione con il Centro di Alcologia dell’Università di Careggi.
  • 2005-2011 - “La vulnerabilità sociale e l’esclusione sociale”, “CIO” e “Immigrati e integrazione sociale nel Comune di Firenze”. Progetti di ricerca azione sulle marginalità sociali e le nuove povertà (Con Regione Toscana, Comune di Firenze, Asp Fuligno).
  • 2011 – 24 marzo Convegno “Emergenza Civiltà. Percorsi di inclusione sociale in Toscana e sul territorio nazionale. Con il patrocinio della Regione Toscana.
  • 2003-2006 - IFTS-FSE Formazione di operatori nella marginalità (Con UniFi e Provincia Fi)
  • 2003-2006 - Progetto Chance “Per-Corsi di Formazione professionale ed inserimento sociale rivolti ai detenuti delle carceri toscane”
  • 2002-2006 - Avvio del Progetto CIO (Centro di informazione e orientamento) con il Comune di Firenze.
  • 1996-1998 - Collaborazione con il Comune di Firenze per l’impianto del Centro di ascolto presso l’albergo popolare;
  • 1996-1997 - Attivazione di un gruppo di auto-aiuto per persone senza fissa dimora
  • 1995-2008 - Adesione al Cartello per le residenze, promosso dalle realtà del terzo settore operanti nel campo della marginalità estrema e delle nuove povertà.

IL SETTORE EDITORIALE

Dal 1994, Pubblicazione della rivista "Il Seme e l'Albero”. Rivista di politiche della salute nella comunità”, con uscita quadrimestrale.
La rivista, in 36 uscite, ha affrontato questi temi:

  • Autoaiuto, problematiche alcolcorrelate, dipendenze, disabilità, scuola, lavoro, carcere, volontariato e formazione, cronicità, psichiatria, nuove povertà, anziani, famiglie, violenza, life skills education, democrazia partecipata.
  • Dal 2008 - Pubblicazione di “Alcologia”, rivista patrocinata dalla Società Italiana di Alcologia. Uno strumento di diffusione scientifica per la divulgazione e il confronto, aggiornamento periodico sullo studio delle interazioni individuo-alcol.

Pubblicazioni monografiche

La Fondazione Istituto Andrea Devoto ha curato la redazione delle seguenti pubblicazioni:

  • Marialuisa Menegatto, Adriano Zamperini, “Memoria Viva, responsabilità del ricordare e partecipazione civica, F.U.P. Firenze 2015.
  • Adriano Zamperini, Patrizia Meringolo (a cura di), Resistenze recintate, Carocci editore, Firenze 2013
  • Fondazione Andrea Devoto, Regione Toscana, Coordinamento Toscano Centri diurni, “Applicazione di una metodica di valutazione di esito standardizzata e condivisa nei Centri Diurni della Regione Toscana per pazienti con disagio psichico e proposte linee guida”, Firenze 2013.
  • Paolo Edoardo Dimauro, Valentino Patussi (a cura di), Le dipendenze: manuale teorico-pratico per operatori sociali”, Carocci editore, Roma, 1999.
  • Marius Romme, Sandra Escher, Accettare le voci le allucinazioni uditive: capirle e conviverci, Giuffré, Milano, 1997.
  • “Linee in ascolto” Atti del convegno del centri di ascolto telefonico, organizzato dall’Azienda USSL 41 di Milano, svoltosi nel mese di giugno 1997.
  • Nubia Gomez, Rolando Paterniti (a cura di), Oltre la Torre di Babele. I Centri diurni in psichiatria, Edizioni Del Cerro, Tirrenia (PI), 1997.

Laboratori di pensiero